NOTE UTILI ALLA LETTURA DEI DATI

Il sito si propone una focalizzazione dell’infrastruttura di rete in banda larga e ultra-larga fissa di TIM, rappresentando regione per regione attraverso una logica di aggregazione a livello provinciale. Con il medesimo criterio di aggregazione viene inoltre fornito lo stato di copertura del territorio con tecnologia radiomobile 4G e 4G plus, in termini di percentuale di comuni coperti. Per ogni singola provincia la descrizione è composta da una parte cartografica, costituita da una “mappa” in cui sono rappresentate le centrali e i collegamenti che costituiscono la rete a banda larga fissa di TIM, nonché i comuni “coperti” dalla rete 4G e 4G plus, e da una seconda parte contenente i dati quantitativi relativi a quanto mostrato nella “mappa”. 

È importante precisare che la descrizione e la rappresentazione cartografica della rete a banda larga e ultra-larga di TIM a livello provinciale riguarda unicamente le centrali ed i collegamenti esistenti tra le medesime: non è infatti possibile fornire una rappresentazione accurata della rete di accesso, ovvero della parte più capillare della rete che collega l’ultima centrale alle singole unità immobiliari, il cosiddetto “ultimo miglio”.

Le informazioni contenute in questa edizione del Netbook si riferiscono alla situazione della rete aggiornata a giugno 2018, mentre le mappe provinciali sono aggiornate a dicembre 2017. I dati contenuti nel documento si riferiscono alle infrastrutture gestite da TIM.

LA RETE A BANDA LARGA FISSA

Il numero di linee a banda larga attive è stato elaborato utilizzando i medesimi criteri adottati dall'AGCOM; le consistenze potrebbero quindi differire da quelle riportate nei report ufficiali di TIM che sono elaborati utilizzando un diverso criterio contabile. 

I dati relativi ai volumi di traffico medio mensile  per linea attiva fissa per gli anni 2015, 2016 e 2017 (sia totale, sia disaggregato) sono riferiti al mese di dicembre. Il dato relativo al traffico dati totale su rete a banda larga fissa rappresenta  il traffico veicolato dalla rete OPM e misurato su DSLAM e OLT. 

Relativamente al numero di centrali e apparati della rete in banda larga fissa, con il termine "sito" si intendono le installazioni di apparati in esterno che non hanno tutte le funzioni di una centrale tradizionale, pur potendo fornire servizio di connessione a banda larga. 

La copertura ADSL si riferisce alla percentuale di popolazione residente in una zona servita da una centrale dotata di apparati per il servizio a banda larga (DSLAM).

LA RETE A BANDA ULTRA LARGA FISSA (NGAN)

La percentuale delle centrali che possono fornire servizio a banda ultralarga è stata rapportata al totale delle centrali che forniscono servizio a banda larga, escludendo le installazioni di apparati in esterno ("siti") che non possono essere dotati degli apparati (OLT, Optical Line Terminal) per fornire il servizio a banda ultralarga;

La copertura NGAN si riferisce alla percentuale di popolazione residente in una zona servita da una centrale dotata di apparati per il servizio a banda ultralarga (OLT).

LA RETE A BANDA ULTRA LARGA MOBILE (LTE)

I comuni coperti con la tecnologia 4G comprende anche i comuni coperti con tecnologia 4G plus. Eventuali disallineamenti fra le percentuali dei comuni coperti con 4G dichiarati nelle tabelle ed il livello di copertura grafica presente nelle mappe  possono essere riferibili ad una non correlazione temporale nell'estrazione dei dati di copertura da fonti differenti.

REGIONE SARDEGNA

Con la Legge Regionale n.2 del 4 febbraio 2016 sul riordino delle province della Sardegna sono state cancellate le province di Cagliari, Carbonia-Iglesias, del Medio Campidano, di Olbia-Tempio e dell'Ogliastra ed istituite la città metropolitana di Cagliari e la provincia del Sud Sardegna; per rendere i dati uniformi, anche le rilevazioni degli anni precedenti sono state adeguate all'attuale configurazione territoriale della regione.

MAPPE PROVINCIALI 

All'interno delle cartine che mostrano la rete di trasmissione fissa nelle province italiane, potrebbero sussistere alcune connessioni in fibra o in ponte radio che non terminano in alcuna centrale indicata: si tratta di connessioni terminanti in apparati di trasmissione non rappresentati graficamente nelle mappe. 

FONTI

Tutti i dati e le informazioni contenute nel sito e nei documenti da esso scaricabili provengono dal sito corporate di TIM http://www.telecomitalia.com/tit/it.html, dal sito wholesale di TIM https://www.wholesale.telecomitalia.com/ , dalla reportistica trimestrale di TIM rese note alla comunità finanziaria http://www.telecomitalia.com/tit/it/investors.html  e da elaborazioni su dati interni di TIM.